Golfo di Orosei

Da sempre Sardegna è sinonimo di vacanze, di sole, e Orosei ti offre tutto questo grazie alle sue spiagge lunghe a perdita d’occhio.

..prova un po’ ad immaginare: sabbia finissima, mare indimenticabile per via delle sue varietà di colore e per la trasparenza che solo in Sardegna puoi trovare.
Posso già farti conoscere alcune delle spiagge più importanti: Osala, la Marina, Fuile e’ Mare, sa Curcurica, e l’oasi protetta di Bidd’ e Rosa, per noi un vero fiore all’occhiello grazie alla natura incontaminata che la circonda e la rende unica;
Gli arenili si estendono per chilometri, alternandosi con piccole e discrete calette (tutte facilmente raggiungibili via terra), e per chilometri sono accarezzati da pinete lussureggianti. Ecco allora che la calura estiva viene mitigata da queste splendide oasi verdi, dove potrai trascorrere piacevoli momenti di relax.
Le spiagge sono collegate al centro abitato da comode strade e dalla pista ciclabile che viene illuminata per tutta la notte. Puoi godere il mare anche dopo al tramonto scegliendo gli angoli più tranquilli o partecipando all’animazione che i locali effettuano ogni sera.

Qualcuno potrebbe stupirsi sentendo di un centro storico ben conservato, di chiese che raccontano maestranze d’oltremare e il duro lavoro di generazioni di contadini che gratuitamente, nei secoli, hanno prestato il loro sudore in nome di una profonda e radicata religiosità. Eppure Orosei è anche questo.
Non ti racconterò le pagine di storia che l’hanno visto come uno dei centri più importanti di tutta la zona fin dai tempi delle gloriose popolazioni nuragiche o all’epoca dell’antica dominazione romana.
Non mi soffermo sul ruolo strategico che rivestì durante il medioevo, nè sul declino dei decenni successivi, quando pirati e malaria resero la costa un luogo malsano e poco ospitale.
Vorrei che tutto questo fossi tu a scoprirlo: prova ad interrogare le mura dei vecchi palazzi, le piccole chiese, le vecchie abitazioni comuni, o anche il sorriso abbronzato degli anziani … Troverai le risposte a tutte le domande…

Ogni centro abitato custodisce i suoi gioielli d’arte.
Noi possiamo vantarne molti e molti altri vengono via via prodotti dagli artisti locali o da chi, ogni anno, sceglie Orosei per lasciare l’impronta del suo estro.
Anticamente l’arte era l’aspetto evidente della religiosità popolare, ed è per questo che le nostre chiese (una ventina circa) presentano decorazioni diverse a seconda delle committenze: vi sono pareti che mostrano accurati affreschi del 1300 o ciò che resta di splendide teorie di bacini ceramici dal sapore moresco.
In epoca più recente la produzione artistica ha privilegiato l’ambito scultoreo lasciando a noi l’orgoglio di magnifiche statue lignee. Ciò che un tempo è stata genuina espressione religiosa oggi si tramanda grazie alle abili mani degli artigiani i quali, con i loro manufatti in ferro, legno, pietra e ceramica, raccontano anche i sentimenti e gli umori della Orosei dalle mille sfumature.

Alle bellezze delle spiagge del Golfo di orosei si aggiunge il fascino della cultura millenaria che ha visto come illustre portavoce il premio Nobel per la letteratura Grazia Deledda: questi luoghi sono stati scenario per i suoi romanzi conosciuti in tutto il mondo.